il lifting non chirurgico con i fili riassorbibili Phoenix PDO Lift

Phoenix rappresenta la più avanzata tecnologia dei fili di sospensione in PDO. Le sue caratteristiche tecniche ne consentono un effetto di ancoraggio bio-meccanico più efficace rispetto ai fili in PDO esistenti.

Cos’è il PDO
Il PDO (polidioxanone) è un polimero che consiste di un unico filamento riassorbito in sei mesi per idrolisi enzimatica e ottimamente tollerato dal nostro corpo. Per le sue proprietà il PDO è utilizzato come filo di sutura anche nella chirurgia pediatrica e oftalmica dal 1975.
Il Phoenix PDO LIFT e il sistema ANTI AGING
Introducendo i fili in PDO nella pelle si ottiene un immediato miglioramento; dopo circa 15/20 giorni, inizia il processo di sintesi del collagene ed elastina. Questo processo continua fino per circa sei mesi.
Le performance del risultato estetico di bio-stimolazione perdurano per molto tempo. Il PDO, infatti, stimola il processo di formazione di nuovo collagene, proteina responsabile della tensione e della stabilità della pelle. Inoltre, il risultato della stimolazione dei fibroblasti innesca la sintesi di elastina, la proteina responsabile dell’elasticità del derma. Gli effetti del PDo si estendono poi anche alla sintesi naturale di acido ialuronico.
Il Phoenix PDO lift è indicato in particolar modo per trattare le lassità del viso e le rughe superficiali in quei pazienti che non vogliono utilizzare filler o tossina botulinica. Risolleva la cute rilassata dello zigomo e delle guance e ridona volume alle aree scavate. Allo stesso modo può essere utilizzato sul corpo. Per questo esistono differenti tipi di fili PDO PHOENIX, ognuno con una specifica funzione ben differenti da quelli oggi presenti sul mercato.

La tecnologia Phoenix è stata studiata per dare i migliori risultati, utilizzando una doppia quantità di “barbe” ancoranti rispetto ai normali fili di sospensione in PDO quindi anche la capacità di trazione sui tessuti è aumentata.